Prima sconfitta per la selezione B della Lazio che, all’Euroma Hockey Stadium, deve arrendersi per 3 a 2 al termine di una gara giocata senza troppa convinzione contro la Tevere Eur. Un passo indietro rispetto al pareggio nella gara d’esordio contro il Potenza Picena, sia sul piano dell’intensità che su quello del gioco. Va certamente detto che i padroni di casa avevano a disposizione una rosa decisamente più giovane e quindi fisicamente più preparata ma, sinceramente, la Lazio vista in campo non ci è sembrata tenere testa agli avversari soprattutto sul piano del gioco. Solo nel finale, sotto di tre reti e senza più niente da perdere, i biancocelesti hanno tentato una rimonta non riuscita per poco.

Diciamo subito che il 3 a 2 finale per i padroni di casa va abbastanza stretto per la Tevere che ha tenuto il pallino del gioco in mano per tutta la gara. Dopo essere passata in svantaggio allo scadere del primo tempo, la Lazio ha cercato di restare in partita ma non ha avuto tante occasioni per cercare il pareggio. Sul finire del terzo quarto di gioco il crollo con un uno-due che placava momentaneamente le velleità dei biancocelesti.

Era Luca Angius, quasi per caso, a riaprire, grazie ad un tiro corto, la gara per la Lazio che cambiava passo e si gettava all’assalto sottoponendosi, però, alle veloci ripartenze dei giovanotti in maglia grigia. Dopo un paio di buone occasioni per accorciare le distanze era ancora Luca Angius, ancora su tiro corto, a riaprire la gara e a portare la propria squadra sul 3 a 2. La Lazio si svegliava di colpo ma il poco tempo a disposizione non consentiva ai biancocelesti di centrare l’insperato pareggio. Una gara giocata al di sotto delle proprie possibilità relega la Lazio al penultimo posto in classifica con un punto.

Si segnala comunque il buon esordio del Presidente Roberto Brocco e l’ottima gara di Luca Angius. La prossima, il 7 aprile contro il Butterfly, dovrà essere interpretata meglio.

Max U.

Share This