Con un secco 5 a 2 alla Città del Tricolore la Lazio si piazza solitaria in vetta alla classifica del girone B del campionato di Serie A1. Il contemporaneo pareggio tra Capitolina e Potenza Picena pone le ragazze biancocelesti in una posizione di supremazia con cui poter affrontare con serenità e fiducia i prossimi impegni. La prima gara casalinga, giocata sul rinnovato tappeto di gioco del Tre Fontane, ha visto una Lazio già costruita ad immagine del nuovo allenatore Luca Angius che, in settimana, ha sostituito Claudio Brocco. La Lazio ha giocato molto bene con manovre veloci e fluide che hanno messo in difficoltà la formazione avversaria che si è comunque dimostrata molto ordinata e difficile da superare. Ovviamente le cose da migliorare sono ancora molte, a cominciare da una maggiore attenzione difensiva, ma questa intrapresa è senza dubbio la strada giusta.

È stata una gara in cui la Lazio ha tenuto sempre il pallino del gioco recuperando con aggressività molte palle per ripartire velocemente in attacco. Cosa resa difficile dalla grande organizzazione della formazione di Paolo Grazioli attenta ed unita ma poco concreta in avanti a dispetto della presenza dell’ottima Ludmila Valenti, accentratrice di tutte le manovre d’attacco della Città del Tricolore.

Il vantaggio biancoceleste al decimo minuto di gioco con un forte diagonale di Brunella Manrique su cui il portiere ospite non sembra impeccabile. Le ospiti rispondono con un’azione sventata da Luciana La Spina, il portiere laziale, ma, all’alba del terzo quarto di gioco riescono a passare grazie alla solita Ludmilla Valenti brava a ribattere in rete una corta respinta del portiere laziale. Tempo cinque minuti e la Lazio si riporta avanti con un bel diagonale dell’ispirata Valentina Sarmiento. Proprio allo scadere del terzo tempo è Karolina Diurczak, con un bel tiro su corto, a portare la Lazio sul 3 a 1.

Nell’ultimo quarto la Lazio sembra poter controllare la situazione ma Victoria Solari riporta sotto la Città del Tricolore e riapre la gara. Ma la Lazio non si scompone e allunga di nuovo grazie alla seconda rete personale di Brunella Manrique ed al gol dell’ottima Ailen Bujan che fissano il risultato finale sul 5 a 2.

Gara piacevole e ben giocata dalle ragazze biancocelesti molto aggressive a centrocampo, con Caterina Ladisi e Ailen Bujan brave a recuperare un’infinita di palle, e brave soprattutto nella costruzione grazie all’intelligenza superiore di Valentina Sarmiento e Magali Varela. Ma, ovviamente, non possiamo dimenticare le altre atlete, sempre attente ed efficaci come Carolina Caratozzolo, l’ottima Diurczak e le inarrestabili Alessandra Rocchetti e Francesca Guerzoni padrone delle fasce laterali. Bene anche le ragazze più giovani o che hanno giocato di meno che, quando entrate, non hanno fatto certo mancare il loro apporto alla squadra. Insomma, un esordio più che positivo per Luca Angius che si è detto contento del lavoro fatto sinora. Domenica al Tre Fontane arriva il Potenza Picena. L’obiettivo è di confermare l’ottimo lavoro sin qui fatto.

Max U.

Share This