Finalmente ci siamo. Sabato prossimo, 2 marzo, parte il secondo campionato Élite dell’Hockey Italiano, l’ottantaquattresima edizione della massima serie hockeistica. Otto squadre ai nastri di partenza che saranno impegnate fino al 15 giugno in un girone unico all’italiana, con gare di andata e ritorno, al termine del quale alla prima verrà assegnato il titolo, senza ulteriore ricorso ai play-off, mentre alle ultime due toccherà la retrocessione in A1.

Prevedere come andrà questo campionato è, come sempre, molto difficile. In pole position troviamo, ovviamente, i piemontesi del Bra, campioni in carica, seguiti dalla Tevere Eur, seconda per due anni consecutivi proprio dietro il Bra. Dietro di loro vediamo la Polisportiva Ferrini ed il Valchisone che, dopo l’ottima stagione passata, vorranno senz’altro confermare quanto di buono fatto e, se possibile, migliorare ancora la loro posizione finale. I romani del Butterfly ed i sardi dell’Amsicora sono invece in cerca di un pronto riscatto dopo un campionato, quello dell’anno scorso, difficile e condotto faticosamente fino alla fine tra alti e bassi. E poi, un gradino più in basso, troviamo la Città del Tricolore e la Lazio, neopromosse, che dovranno puntare ad una difficile salvezza.

Per la formazione di Luca Angius si parte subito alla grande con la sfida contro la Tevere Eur, candidata al titolo di campione. Sul rinnovato campo del Tre Fontane i biancocelesti saranno subito proiettati nella realtà del massimo campionato dell’hockey italiano. Ci si aspetta una partita molto difficile ed impegnativa, viste anche le legittime ambizioni degli ospiti che, nelle ultime due stagioni, si sono visti scivolare di mano il titolo davvero per un soffio e sempre contro il Bra. Non si potrà sbagliare niente perché ogni minimo errore potrebbe costare caro. La Lazio dovrà dosare bene le energie e stare in campo con la testa fino alla fine, cosa che non sempre gli è riuscita.

Ovviamente i precedenti, in gare ufficiali e quindi sempre relativi alla Coppa Italia, sono favorevoli alla Tevere Eur che non ha mai perso conquistando tre successi e due pareggi arrivati proprio nelle ultime due edizioni della Coppa nazionale. E la stagione su prato della Lazio neopromossa è iniziata proprio con lo 0 a 0 di Coppa Italia ottenuto a settembre al Tre Fontane. Un pareggio, con formazioni sperimentali, ancora poco allenate e lontanissime dalla condizione ottimale, che aveva però lasciato nella Lazio sensazioni più che positive.

A rinforzare la rosa a disposizione di Luca Angius sono arrivati dall’Argentina Manuel Silvetti, grande protagonista della promozione in Élite, Tobias Silvetti, il fratello di Tomas e Gonzalo Castillo. Insieme a loro, a formare un poker di grandi campioni, Tomas Gonzalez, già nell’organico della squadra sin dallo scorso anno. Il resto della squadra, che ha una forte impronta argentina, vede confermati tutti i protagonisti dell’ottimo campionato indoor  come la stella Claudio Brocco, miglior giocatore della finale indoor di Veroli, Giulio Brocco, capitano della formazione, Alessandro Bonimelli e Leonardo Guiducci, giovani chiamati a dare un tocco di brillantezza in più e poi ancora le colonne Riccardo Braca, Edoardo Crema e Gabriele Landi e gli esperti Kyle Lanting e Mattia Magno che, per questo appuntamento, dovranno farsi trovare pronti come mai.

Il fischio d’inizio sabato 2 marzo alle 14:30.

Max U

Share This