Un’ottima Lazio tiene testa alla capolista Tevere Eur per più di un tempo ma alla fine, complice la maggiore capacità tecnica della formazione di casa, è costretta a cedere. Aldilà del risultato finale la gara con la Tevere Eur ha visto la Lazio Under 16 protagonista di una prestazione lodevole per intensità e concentrazione.

I ragazzi biancocelesti hanno tenuto testa agli avversari per un tempo capitolando solo nella ripresa a fronte di una stanchezza fisica prevedibile. La formazione biancoceleste, guidata per l’occasione da Roberto Brocco, si è spesa molto per cercare di contenere le avanzate dei padroni di casa spesso imprecisi e nervosi. Daniele Di Pietro Paolo, come al solito, si è distinto per le sue grandi parate tanto da ricevere il plauso di tutti gli spettatori presenti.

Ma a far sorridere la Lazio è stata l’ottima prova dei tanti giovani schierati in campo. Da Giulio Cammarano a Francesco Rizzo, da Alessio Fani e Simone Bianconcini, nessuno dei tredici convocati si è tirato indietro e tutti hanno lottato al meglio delle possibilità. Il 7 a 0 finale, con cui la Tevere ha superato la Lazio, è frutto di una differenza tecnica ed anagrafica evidente. Ma la Lazio, in un campionato che sicuramente terminerà senza vittorie, ha dimostrato di voler lottare con grinta anche di fronte alle formazioni più forti.

Max U.

Share This