L’importante era non perdere per riprendersi dalla rovinosa caduta di una settimana fa contro la Capitolina e per rimanere avanti nella corsa al secondo posto utile per la qualificazione diretta alla fase finale di marzo 2022. In questo senso la Lazio femminile è riuscita nel suo obiettivo pareggiando la gara contro il Pisa che consente alle ragazze biancocelesti di andare a giocarsela in Toscana con due risultati su tre a disposizione, sempre che il Pisa non faccia il colpaccio all’Euroma Stadium contro la Capitolina domenica prossima.

Contro una Cus Pisa molto grintosa e ben schierata in campo la Lazio ha sofferto più del previsto per conquistare l’1 a 1 finale. Passata in svantaggio nel corso del primo tempo la formazione biancoceleste, priva di Caterina Ladisi, è venuta fuori solamente nella ripresa quando ha letteralmente stretto d’assedio la porta del Pisa ormai arroccato nella propria metà campo alla difesa del pareggio. Sotto una pioggia battente, a tratti davvero fastidiosa, la Lazio le ha provate tutte per recuperare lo svantaggio spingendo al massimo. Dopo tante azioni fallite per un soffio le ragazze biancocelesti hanno trovato il pareggio grazie ad un tiro corto realizzato da Valentina Sarmiento, autentica trascinatrice della Lazio.

È stata una Lazio comunque sempre concentrata ed attenta, sicuramente migliore di quella vista nella gara precedente. Francesca Guerzoni, Alessandra Rocchetti e Cristina Pericoli, le veterane della formazione biancoceleste, hanno preso per mano la squadra motivandola nei momenti più difficili. Ezra Van den Broek, all’esordio stagionale, si è trovata un po’ difficoltà nella costruzione del gioco mentre dietro Adela Koziskova e Sara Di Giuseppantonio hanno comunque retto bene facendo correre pochi pericoli alla porta difesa da Luciana La Spina.

Adesso bisogna preparare al meglio la trasferta del 28 novembre a Pisa per una gara che, forse, come indicato da alcuni, potrebbe comunque qualificare al turno successivo entrambe le formazioni.

Max U.

Share This