Ancora una sconfitta per le nostre ragazze dell’Under 18 che devono arrendersi ad una Capitolina apparsa superiore, almeno nella seconda parte della gara. Sotto una pioggia battente che, solamente un’ora prima del fischio d’inizio, aveva costretto al rinvio della gara di Under 14 maschile tra Roma e Lazio, Lazio e Capitolina hanno dato vita ad una gara comunque molto vivace e combattuta.

Primo tempo equilibrato con le più giovani che reggono bene la pressione. Tegola per la Lazio allo scadere con un infortunio muscolare a Caterina Ladisi, una delle migliori, che deve uscire. Nella ripresa la Capitolina viene fuori alla distanza e mette al sicuro la gara con un 6 a 2 meritato. Di Sofia Lopez Bossi, su tiro di rigore, e Chiara Valdinoci, alla seconda rete in campionato, le reti delle biancocelesti.

Tutto sommato, soprattutto per le nostre giovanissime, è stato un discreto allenamento in una gara ufficiale. Tutte si sono impegnate giocando una buona gara su un terreno difficile ed anche le veterane, se possiamo chiamare così ragazze di appena diciassette anni, hanno fornito un ottimo contributo.

Semmai possiamo riflettere per un attimo sul campionato Under 18 femminile che vede iscritte solamente nove società divise in cinque gironi, con la Polisportiva Galatea unica iscritta del girone siciliano ed il Cus Cagliari unica formazione della Sardegna, che si giocheranno lo spareggio che manderà alle finali una squadra che, a conti fatti, avrà giocato appena una gara. Così come il Girone A ed il Girone B, che presentano ognuno due squadre pronte a giocare una sorta di spareggio. E non fa eccezione nemmeno il Girone C, quello della Lazio, composto da Butterfly, Capitolina e Lazio.

Una categoria, quella Under 18, che dovrebbe preparare le ragazze da mandare in prima squadra e che invece, triste prospettiva, rischia di scomparire.

L’Hockey attira poco ed i vivai non garantiscono un ricambio adeguato, soprattutto a livello femminile. Il futuro, più che rosa, è davvero nero.

Max U.

Share This