Contro il Valchisone la Lazio conquista un ottimo pareggio al termine di una gara molto difficile per la grande opposizione della formazione ospite e per la poca brillantezza con cui biancocelesti hanno affrontato la gara.

Ed alla luce di quanto visto in campo possiamo senz’altro affermare che quello guadagnato dalla Lazio è davvero un punto d’oro. Il Valchisone si è dimostrata una formazione ben messa in campo e molto organizzata, capace sempre d’interpretare la meglio le vari fasi di una gara che i piemontesi hanno condotto in attacco fino alla fine.

La Lazio, invece, è apparsa in costante affanno, sempre in balia dell’avversario e davvero poco brillante rispetto alle ultime uscite. Soprattutto il centrocampo ha sofferto molto l’ottimo giro palla del Valchisone capace di tenere lontano dalla propria area gli attaccanti biancocelesti.

Dopo un primo quarto di studio, la formazione ospite prendeva il comando delle operazioni costringendo la Lazio nella propria metà campo. La prima emozione su tiro corto per i piemontesi che Timido Pompili, all’esordio stagionale tra i pali della porta biancoceleste, sventava con sicurezza. Poco più tardi, però, il numero uno della Lazio commetteva un’ingenuità atterrando in area un attaccante avversario e causando un calcio di rigore. Edoardo Dell’Anno, numero 17 del Valchisone, si faceva però ipnotizzare dal portiere laziale e falliva la conclusione a rete. Il pericolo scampato non scuoteva la Lazio che cominciava la ripresa con le stesse difficoltà incontrate nel primo tempo.

Ed al quinto minuto il Valchisone passava in vantaggio. Arrembante azione centrale di Alberto Ughetto che serviva sulla sinistra Sebastiano Alifredi bravo a mettere in mezzo una palla che, tra mille piedi, Edoardo Dell’Anno metteva in rete. La rete subita scuoteva la Lazio che provava ad alzare il proprio baricentro e riusciva ad affacciarsi nell’area avversaria. All’undicesimo il pareggio biancoceleste arrivava da un tiro corto realizzato dallo specialista Edoardo Crema che, due minuti più tardi, sempre su tiro corto, sfiorava il vantaggio terminando, di fatto, la gara della Lazio. All’ultimo minuto del terzo quarto di gioco Timido sventava due tiri ravvicinati del Valchisone che, negli ultimi quindici minuti, pur senza creare veri e propri pericoli alla porta della Lazio, controllava agevolmente la gara e, a pochi secondi dalla fine, sfiorava il vantaggio con un tiro di Simone Minetto che Timido riusciva a sventare.

Oltre al punto guadagnato conferme importanti arrivano dalla difesa, apparsa comunque concentrata e sempre all’altezza della situazione, mentre più che positivo l’esordio di Gabriele Landi nel ruolo di terzino destro. Esordio stagionale anche per Fernando Gonzalez apparso ancora indietro nella preparazione. Sabato trasferta a Mori. Contro l’Adige la Lazio ha il dovere di ritrovarsi.

Max U.

Share This