Una due giorni davvero entusiasmante. Questo ci hanno regalato le quattro squadre che hanno disputato questa Final four femminile per la categoria Under 21. Le atlete scese in campo ci hanno davvero entusiasmato per la grinta e la serietà con cui hanno affrontato l’impegno, dimostrando che l’hockey femminile c’è, è vivo e presente e richiede ancora più attenzione. Dopo l’emozionante spareggio scudetto tra le formazioni senior di Argentia e Valverde, anche le giovani atlete della Lazio Hockey, Cus Torino, Polisportiva Ferrini e Città del Tricolore hanno offerto scampoli di grande gioco accendendo i riflettori sull’hockey femminile.

Tante le ragazze che si sono messe in mostra durante il torneo. Migliore giocatrice del torneo è stata la nostra Karolina Diurczak, grande classe ed immensa visione di gioco, mentre l’argentina Camilla Chavez è risultata la miglior realizzatrice con sei reti. Un’altra argentina in maglia biancoceleste ha rubato l’occhio per la sua eleganza ed il suo modo di giocare pulito, mai banale, sempre concreto. Si tratta di Clara Segura Brachetta a nostro parere una delle giocatrici più complete del torneo. Così come molto interessanti ci sono apparse Maria Victoria Cacciavillani, inesauribile e talentuosa attaccante della Polisportiva Ferrini, la compagna di squadra Lorena Flamini, tecnicamente eccellente e Giorgia Piras, miglior portiere del torneo.

Anche la formazione emiliana della Città del tricolore ha mostrato atlete di classe cristallina come le argentine Rocio Irupe Bas e Julieta Fonseca, l’ottima Giulia Ascione e l’incontenibile Asia Malagutti. Futuro roseo anche per la Cus Torino, tornata in A1 dopo undici anni, che può contare su ragazze di grande capacità come Chiara Di Bella, letale sotto rete, Marta Palazzo, mai doma, Noemi Di Bella, centrale difensivo coraggioso ed efficace e Giorgia Chiariello, veloce e imprevedibile.

In sostanza il livello tecnico del torneo non ci è per niente dispiaciuto e se queste sono le nuove generazioni possiamo allora senz’altro affermare che l’hockey femminile sarà sempre più interessante e spettacolare.

Max U.

Share This