Finisce con un pareggio la trasferta della Lazio in terra pugliese, un 2 a 2 sul campo dell’Olimpia Torre Santa Susanna che consente ai biancocelesti di portare a casa un punto e di mantenere la testa della classifica davanti al Potenza Picena battuto nella trasferta sul campo della Fincantieri.

GARA DIFFICILE

Come ampiamente previsto non è stata una gara facile contro un Olimpia ben diversa da quella che era venuta a Roma a giocarsi il Round 3 di Coppa Italia. In quell’occasione il 6 a 2 finale a favore dei biancocelesti aveva comunque evidenziato le buone doti tecniche della formazione pugliese che si era dimostrata squadra grintosa. Dopo le prime due sconfitte in campionato la società brindisina è intervenuta sul mercato ed ha tesserato tre nuovi atleti, due argentini ed un sudafricano, pronti a dar man forte ad un organico di buona fattura. L’avvio incerto della Lazio ha contribuito ad alimentare le speranze di successo dei padroni di casa che partivano di slancio e trovavano, nel secondo quarto di gioco, i due gol che gli consentivano di chiudere la prima parte della gara in vantaggio di due reti. Di Ottembrino e Sollazzo i gol dei padroni di casa.

SECONDO TEMPO DOMINATO

Nella ripresa la Lazio scendeva sul terreno di gioco con ben altre motivazioni e metteva in campo tutta la sua esperienza ed il suo carattere. L’Olimpia stringeva i denti e si piazzava nella propria metà campo a difesa del risultato ma, prima Ramiro Keenan e poi Edoardo Crema piazzavano i colpi che permettevano alla Lazio di ottenere un meritato pareggio.

La Lazio esce così indenne dalla trasferta pugliese conquistando un punto prezioso che gli fa mantenere la testa della classifica. A questo punto è fondamentale vincere la prossima gara casalinga contro il Torino che consentirebbe ai biancocelesti di arrivare al giro di boa con undici punti sui quindici a disposizione. Un bottino che, in un girone con cosi poche gare da giocare, sarebbe di tutto rispetto e consentirebbe alla Lazio di affrontare il girone di ritorno con buone possibilità di arrivare ai playoff per il passaggio nella massima serie. Teniamo le dita incrociate e prepariamoci a sfide sempre più dure.

Max U.

Share This