Il 20 settembre al Lido di Ostia si terrà l’assemblea elettiva ordinaria della Federazione Italiana Hockey. Candidati al ruolo di Presidente Sergio Mignardi, l’attuale presidente in carica, ed Ermanno Silvano, lo sfidante. Quest’ultimo ha scelto di candidare nella sua squadra, in quota affiliati, la nostra Barbara Rattazzi, mamma di Gregorio, persona di indubbie capacità. Quella che vi proponiamo di seguito è la presentazione che il neocandidato presidente ha voluto dedicare a Barbara per farla conoscere a tutti. La riportiamo così, com’è stata scritta e come la trovate anche sulla pagina Facebook “Costruiamo insieme il futuro dell’hockey italiano” augurando a Barbara di raccogliere le soddisfazioni che merita e di poter mettere le sue indubbie qualità manageriali al servizio di tutto il movimento hockeistico italiano. In bocca al lupo.

BARBARA RATTAZZI

C’è chi s’è appassionato all’hockey sin da bambino, chi invece si è avvicinato a questo sport grazie ai figli, precettati nelle scuole o attraverso amici. È questo il caso di Barbara Rattazzi, da anni ormai cuore pulsante della Lazio assieme al presidente Roberto Brocco.

Nel 2007 mi trasferisco a Roma e decido di portare mio figlio Edoardo a provare questo sport – racconta –. Sino a quel momento non ne sapevo nulla, malgrado io sia astigiana e quindi vicinissima a Moncalvo e vicina a Bra.

Da anni fa parte della direzione organizzativa della Lazio, prendendo parte alla pianificazione delle stagioni sportive. “Ho messo a servizio del club la mia esperienza professionale sia in campo imprenditoriale sia in quello gestionale e di amministrazione. Ugualmente ho fatto e sto facendo per la ricerca e la cura dei contatti con gli sponsor”.

L’impegno nello sport di Barbara, però, non si limita all’hockey. Dal 2017 è amministratore di un’Asd Sportiva Circolo Nautico a Fiumicino, in provincia di Roma.

Anche lei, come i tanti che abbiamo presentato nelle settimane scorse, si è messa a disposizione del progetto di Ermanno Silvano, candidandosi per un posto nel prossimo consiglio Federale.

I suoi sono obiettivi ambiziosi: “Vorrei una Federazione vicina a tutte le società con una comunicazione onesta, che sia dalla parte dei giovani, che si distingua per la sua capacità di diffondere questo sport nelle scuole, una Federazione concreta, coerente, trasparente. Trasmettere e contribuire alla formazione e alla crescita sana dei giovani diffondendo tra di loro gli ideali più puri dello sport. Insegnare a riconoscere il valore del sacrificio, dell’impegno, della perseveranza e della disciplina. Solo con questi presupposti si potrà affermare il marchio hockey, come sport nobile, improntato sui principi di una sana competizione, correttezza e lealtà sportiva e finalmente raggiungere obiettivi importanti anche a livello internazionale”.

Massimiliano Urso

Share This