Seleziona una pagina

Il terzo turno di Coppa Italia vede la Lazio impegnata a Pisa contro due formazioni di A2: l’HC Superba (Genova) e i padroni di casa del CUS.

Nella prima partita, contro i genovesi, i biancocelesti mettono in mostra un buon gioco fin dai primi minuti, facendo correre la palla e creando diverse occasioni. Sono però i liguri a sbloccarla a metà primo quarto con un gol arrivato al termine di un contropiede ben orchestrato. La risposta dei ragazzi di Angius non si fa attendere, e poco prima della pausa è Andrea Natili a firmare il pareggio con una conclusione ravvicinata.

Nel secondo quarto Lazio ancora in attacco, ma è di nuovo il Superba a trovare il gol sugli sviluppi di un corner corto, che vale il 2-1 con cui si va alla pausa lunga.

Nel secondo tempo parte la rimonta laziale. Prima arriva il pareggio di Fernando Gonzalez, che con una gran botta sorprende il portiere, e poi nell’ultimo quarto la rete di Edoardo Crema, servito davanti al portiere dopo un’incursione dalla sinistra, fissa il punteggio sul 3-2. Sarà poi Claudio Brocco, sugli sviluppi di un corto ben eseguito, a chiudere la partita con il gol del definitivo 4-2.

La seconda partita vede i biancocelesti impegnati contro il CUS Pisa, formazione ricca di giocatori con esperienza in A1 e in Nazionale che contro il Superba ha vinto per 4-1, mettendo quindi i ragazzi di Angius in condizione di dover vincere per passare il turno, a causa della differenza reti.

La partita non si mette però bene, perché nel primo quarto i gialloblù la sbloccano grazie a un corto ben tirato che vale l’1-0. Da lì in poi Lanting e compagni tirano fuori l’orgoglio e creano diverse occasioni, senza però riuscire a finalizzarle. Il risultato non cambia più, il match si conclude 1-0.

MVP del round 3 è Fernando Gonzalez, che si guadagna il premio grazie a un gol e a due prestazioni di grande carattere che non sono passate inosservate agli occhi dei compagni.

Risultato dell’anno scorso che viene quindi eguagliato dalla Lazio, che non riesce a qualificarsi al round 4, dove avrebbe incontrato formazioni di Serie A1.

I biancocelesti possono comunque essere soddisfatti della loro prestazione, che fa ben sperare in vista dell’imminente campionato di Serie A2. AVANTI LAZIO